I.R.C.C.S. Neurolesi: Pubblicati i criteri di valutazione dei titoli per la graduatoria di Operatori Socio Sanitari

Spread the love

L’I.R.C.C.S. CENTRO NEUROLESI, A SEGUITO DELLA NOSTRA RICHIESTA DI TRASPARENZA DEGLI ATTI DELLA GRADUATORIA, CHE NON PERMETTEVA AI CANDIDATI DI POTER AVERE ESATTA CONTEZZA PER POTER EFFETTUARE UNA COMPARAZIONE TRA I PUNTEGGI ATTRIBUITI NELLA GRADUATORIA ED IL PUNTEGGIO REALMENTE SPETTANTE SULLA BASE DEI TITOLI POSSEDUTI ED ALLEGATI ALL’ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE, HA RESO PUBBLICO IL VERBALE REDATTO DALLA COMMISSIONE ESAMINATRICE DALLA QUALE SI EVINCONO I CRITERI E LE MODALITA’ ATTUATE……. pagina in allestimento!!!!

 I.R.C.C.S. Neurolesi Criteri di Valutazione Titoli selezione Operatori Socio Sanitari

 

Si informa inoltre che l’I.R.C.C.S. Neurolesi fa sapere che chiunque volesse prendere visione della propria scheda di valutazione può procedere per un accesso agli atti, recandosi presso gli uffici del personale che sono aperti dalle h. 15:00 alle h. 17:00 dal lunedì al giovedì

 


18/10/2014 

I.R.C.C.S. Neurolesi: Fials chiede trasparenza nella graduatoria incarichi di Operatori Socio Sanitari

IMPOSSIBILE PER I CANDIDATI INSERITI NELLA GRADUATORIA DI AVERE ESATTA CONTEZZA PER POTER EFFETTUARE UNA COMPARAZIONE TRA I PUNTEGGI ATTRIBUITI NELLA GRADUATORIA ED IL PUNTEGGIO REALMENTE SPETTANTE SULLA BASE DEI TITOLI POSSEDUTI ED ALLEGATI ALL’ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE. L’ASSENZA DI PUBBLICAZIONE DA PARTE DELL’I.R.C.C.S. DEI CRITERI E DELLE MODALITA’ ADOTTATE DALLA COMMISSIONE ESAMINATRICE  PER L’ATTRIBUZIONE DEI SPECIFICI PUNTEGGI CHE SONO STATI ASSEGNATI PER TUTTI I TITOLI SOGGETTI A VALUTAZIONE NON CONSENTE AI CANDIDATI DI CHIEDERE UNA RIVALUTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA E LA MODIFICA DEL PUNTEGGIO ATTRIBUITO, IN PRESENZA DI EVENTUALI ERRORI DI VALUTAZIONE E ASSEGNAZIONE PUNTEGGI. Il sindacato Fials di Messina con una nota inviata al Commissario Straordinario dell’ I.R.C.C.S. Centro Neurolesi, All’Assessore Regionale alla Sanita’ ed al Responsabile per la Trasparenza e la Prevenzione alla Corruzione chiede il rispetto della trasparenza degli atti e quindi l’immediata pubblicazione sul sito internet aziendale dell’ Istituto dei verbali redatti dalla Commissione Esaminatrice dalla quale si evincono i criteri e le modalità adottate per l’attribuzione degli specifici punteggi per i titoli che sono stati oggetto di valutazione… al fine di consentire a tutti i candidati inseriti nella graduatoria di poter esercitare, entro i tempi stabiliti dalla legge, il loro legittimo diritto. Agli Operatori Socio Sanitari consigliamo di presentare l’istanza di accesso e rilascio della documentazione utile: Richiesta accesso e rilascio documenti su graduatoria O.S.S. Neurolesi

Leave a Reply

18 pensieri riguardo “I.R.C.C.S. Neurolesi: Pubblicati i criteri di valutazione dei titoli per la graduatoria di Operatori Socio Sanitari

  • 17/11/2014 in 19:57
    Permalink

    In una intervista su una rete privata,la d.ssa Borsellino parlando della nuova rete ospedaliera,parla dei concorsi ,soprattutto di quelle figure ospedaliere che fino ad oggi sono state mortificate.Di quale figure si riferisce?

  • 12/11/2014 in 20:23
    Permalink

    Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha annunciato, lo sblocco del turn over in Calabria nel settore della sanita’ oltre 400 nuove assunzioni”.

  • 09/11/2014 in 17:43
    Permalink

    Prima la mobilità per gli oss e poi i concorsi.

  • 09/11/2014 in 12:37
    Permalink

    ciccio
    spero che la smettano definitivamente con questi incarichi che servono solo a fare lavorare i precari e a costare tanto alla regione.

  • 08/11/2014 in 16:42
    Permalink

    bruno…
    penso che passeranno ancora mesi…dovranno bandire nuovi concorsi con riserva del 50%…e i posti si riducono
    ciao

  • 08/11/2014 in 16:20
    Permalink

    ciccio
    Finalmente, adesso vderemo cosa faranno. Rimaniamo in continuo aggiornamento. Ciao

  • 08/11/2014 in 15:55
    Permalink

    08 Novembre 2014
    stop al precariato
    Via alle assunzioni nella sanità
    L’assessore regionale alla Salute ha sottolineato che “bisogna fermare il precariato. I concorsi erano stati bloccati per evitare di coprire posti inutili”
    Lucia Borsellino,
    “In Sicilia ci sono troppi reparti di Chirurgia generale, Nefrologia e Cardiologia, mentre sono carenti quelli di Riabilitazione e Lungodegenza”. Lo spiega l’assessore regionale che ha annunciato lo sblocco delle assunzioni nella Sanità siciliana: “Entro metà novembre avremo il via libera dal ministero ed entro la fine dell’anno saranno banditi i concorsi”.
    L’assessore ha sottolineato che “il piano con la nuova rete ospedaliera è pronto. Si trova in Commissione all’Ars che entro 15 giorni deve trasmetterlo. E poi lo presenteremo al Ministero per il via libera finale”.
    Lucia Borsellino ha sottolineato che “bisogna fermare il precariato. I concorsi erano stati bloccati per evitare di coprire posti inutili. Eviteremo doppioni, riducendo le spese, il numero dei primari e dei turni. Mentre l’assistenza ai pazienti sara’ riqualificata e migliorerà ulteriormente”.

  • 08/11/2014 in 00:06
    Permalink

    Presidente Crocetta e d.ssa Borsellino occorre bandire i concorsi e la mobilità degli operatori socio sanitari.Febbraio 2015 fa 14 anni dalla sua istituzione,ad oggi in sicilia zero concorsi e mobilità,vergogna.

  • 03/11/2014 in 10:36
    Permalink

    sul sito hanno pubblicato il verbale , all’interno del quale sono “spiegati” i criteri di valutazione adottati… ma il tutto sempre molto poco chiaro

  • 25/10/2014 in 17:48
    Permalink

    Il 21/01/2013 ho inviato la prima mail all’assessore Borsellino e non avendo riscontro almeno invate altre 10 volte e ad oggi niente.La mail era una richiesta di incontro avendo per oggetto:mancata definizione procedura mobilità interregionale a.s.s.
    Pregiatissimo assessore,la presente per portarla a conoscenza che a memoria dello scrivente nella regione Siciliana,a tutt’oggi,non risulterebbe essere stata mai attivata e portata a termine procedura di mobilità interregionale per o.s.s.,nonostante l’istituzione della predetta figura professionale risalga al 22/02/2001 con accordo stato-regioni.Egregio assessore,certamente è a vostra conoscenza che l’inserimento degli o.s.s. nei contesti assistenziali,sia nell’ambito ospedaliero che territoriale,ove presente,contribuisce notevolmente al miglioramento anche della percezione della qualità delle cure.Ma,ciò nonostante l’inconfutabilmente affermazione dello scrivente,non si riesce a comprendere quali siano le reali motivazioni che ostacolano l’effettivo inserimento di tale figura nei suddetti contesti socio-sanitari assistenziali per il tramite dell’istituto della mobilità interregionale.Infine,gentile dott.ssa Borsellino,non è da sottovalutare la progressiva sfiducia che imperversa tanti o.s.s. che pur avendo scelto deliberamente di intraprendere un interessante percorso formativo,regolarmente svolto in regioni del Nord Italia,e superato regolare concorso,certamente non scevro da sacrifici economici e rinuncie dei propri affetti più cari, rischiano di essere, come al solito scavalcate da continue procedure di stabilizzazione di altre figure di supporto (in via di estinzione ) che determinano ulteriori aggravio di costi per la loro riqualificazione, mortificando di fatto gli operatori socio sanitari assunti di ruolo in altre regioni d’Italia che da diversi anni attendono di rientrare nella propria regione d’appartenenza.

  • 25/10/2014 in 17:13
    Permalink

    Dopo 13 anni dall’istituzione della figura dell’o.s.s. ad oggi nessuna mobilità concorso in Sicilia.Forse i dirigenti assessoriali neanche conoscono che esistiamo e anno intenzione di procedere a sprecare denaro finanziando i corsi di oss in sicilia.Spero non lo facciano perchè non serve visto che in tutta italia siamo a milioni,basta vedere le graduatorie pubblicate in qualche asp per vedere in quanti siamo.In questa sanità regionale dove molte cose non funzionano e vanno all’inverso per i concorsi o mobilità passeranno almeno altri 20-30 anni.

  • 20/10/2014 in 23:52
    Permalink

    ciccio
    infatti scorreranno le graduatorie degli idonei e dei vincitori. la legge c’è già e va applicata.
    Che facciano i concorsi i precari invece….

  • 20/10/2014 in 21:28
    Permalink

    faranno 1 leggina x sistemarli

  • 20/10/2014 in 20:40
    Permalink

    ciccio
    le denunce possono essere sempre fatte, l’avvocato c’è già, inoltre invito i colleghi concorsisti ad unirsi a noi. Sapete pure dove è e come si chiama

  • 20/10/2014 in 20:38
    Permalink

    ciccio
    l’hai detto tu stesso, se dovessero bloccare ancora le assunzioni come dovrebbero i sistemare i precari? i precari se hanno fatto il concorso entrano altrimenti niente. L’incarico a tempo determinato non serve a fare sorgere pretese ma a coprire un posto vacante.

  • 20/10/2014 in 19:28
    Permalink

    bruno…
    se cade il governo Crocetta chissà quali altre scuse troveranno x ritardare lo sblocco delle assunzioni a tempo indeterminato.
    Faranno passare il 2015 e anche il 2016…in modo tale da far scadere il concorso e sistemare i precari.. figliocci dei politici.

  • 20/10/2014 in 16:53
    Permalink

    per quanto riguarda la graduatoria di oss al neurolesi è bastato chiedere il criterio dei punteggi all’ufficio concorsi
    Piuttosto la fials dovrebbe chiedere di non accettare in graduatoria quelli senza l’attestato , mi risulta che il primo è senza

  • 20/10/2014 in 12:22
    Permalink

    Al Direttore Generale
    dell’ Azienda Sanitaria Provinciale
    di Messina

    Il comma 1 dell’articolo 4 del decreto legge 31/08/2013 n° 101 apporta modifiche all’art. 36 del d.lgs. 165/2001, restringendo ulteriormente le ipotesi per le quali è possibile fare ricorso a contratti a tempo determinato, che pertanto potranno essere stipulati solo “per rispondere ad esigenze di carattere esclusivamente temporaneo o eccezionale”.

    Considerato che le aziende non possono procedere alla copertura di eventuali posti vacanti o carenze di organico prima del completamento di riorganizzazione della rete ospedaliera;

    considerato il concorso bloccato di 43 posti di Ausiliario Specializzato addetto ai servizi socio assistenziali nell’ASP di Messina;

    considerato che l’ASP di Messina non ha una graduatoria per le assunzioni di Operatore Socio Sanitario;

    considerato costi elevati nel redigere le graduatorie di avvisi pubblici per il conferimento di incarichi da Operatore Socio Sanitario;

    Considerato la grave carenza cronica di Operatori Socio Sanitari nell’ ASP di Messina figura indispensabile per garantire livelli essenziali di assistenza ai pazienti bisognosi;

    Considerato che l’IRCCS Centro Neurolesi di Messina ha già una nuova graduatoria di Operatori Socio Sanitari approvata con deliberazione il 03/10/2014:

    Si invita

    il Direttore Generale dell‘ ASP Messina a procedere alle assunzioni per la copertura di posti di Operatore Socio Sanitario utilizzando la nuova graduatoria approvata dall’ IRCCS Centro Neurolesi Bonino Pulejo di Messina.

    In attesa di riscontro si porgono i più Cordiali Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *