ASP Messina: Sindacati contrari ad erogare il premio di produttività 2012 al personale assunto a tempo determinato

Spread the love
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

QUANDO LA CRISI UMILIA LA SOLIDARIETA’

NELL’INCONTRO DI DELEGAZIONE TRATTANTE DECENTRATA DEL 17 APRILE TRA LE PARTI SOCIALI E LA DIREZIONE DELL’AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA E’ EMERSO IL PEGGIORE ISTINTO FAMELICO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI PIU’ RAPPRESENTATIVE.

La situazione attuale dovrebbe far emergere il senso di solidarietà tra lavoratori, che sicuramente esiste, ma non è rappresentato da coloro che maggiormente dovrebbero farsene carico.

Pochi euro ( mediamente 10,00 ) mancanti sulla busta paga di un lavoratore a tempo indeterminato, non giustificano il sentimento ed il principio di solidarietà che è sempre stato forte nei sindacati che hanno avuto a cuore la difesa dei più deboli.

In detto incontro, per un pugno di euro in più, sono stati mortificati alcuni lavoratori precari che giornalmente, fianco a fianco senza alcuna certezza per il futuro, lavorano per contribuire a garantire la funzionalità dei servizi ospedalieri dell’A.S.P. di Messina;

è stata disattesa la legge ed i contratti di lavoro che prevedono sul salario di produttività parì dignità tra lavoratori, pertanto al premio di produttività dovevano partecipare in proporzione al periodo di servizio prestato;

è stata mortificata l’Istituzione poichè disattendendo un elementare diritto non sono stati garantiti i soggetti più deboli;

è stata mortificata l’Istituzione in quanto presumibilmente esposta a legittimi ricorsi con sicura soccombenza e pagamento del dovuto più le spese legali;

Insomma si può dire che come al solito su suggerimento di qualche impresentabile è stato fatto ciò che non si doveva fare mentre non è stato fatto ciò che si doveva fare.

La FIALS ha sostenuto che i lavoratori precari con contratti di lavoro a tempo determinato ( circa 150 lavoratori ) dovevano beneficiare del premio economico della produttivita’ riferita all’anno 2012 al pari dei colleghi con contratto di lavoro a tempo indeterminato dell’A.S.P. di Messina in quanto previsto dalla legge e dai contratti collettivi di lavoro e cosi’ come avviene in altre aziende della provincia di messina, attingendo dal fondo economico per la produttivita’ collettiva del personale del comparto gia’ previsto ed esistente di circa 4 milioni di euro che annualmente viene suddiviso per i lavoratori dipendenti ( circa 3.500 lavoratori ).

per il sindacato FIALS, i lavoratori assunti a tempo determinato che coprono quindi un posto vacante in pianta organica, contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi dell’ a.s.p. al pari dei colleghi assunti a tempo indeterminato ed e’ inaccettabile che alla loro condizione di precarieta’ si deve aggiungere la mortificazione economica rispetto a lavoratori che hanno un lavoro ed uno stipendio fisso e continuativo.

Ecco le posizioni dei sindacati nella riunione di delegazione trattante del 17 aprile 2013:

” U.I.L. – C.I.S.L. e C.G.I.L. riconoscendo il valore del lavoro apportato dal personale a tempo determinato propone all’Azienda, stante il fondo per la produttività fortemente limitato di risorse economiche, di richiedere alla Regione un finanziamento ad hoc per il pagamento della produttività ai lavoratori a tempo determinato”

Commento Fials ( la proposta equivale alla proposta di distribuzione del premio relativo alla vincita della prossima lotteria )

” FIALS, chiede di erogare al personale a tempo determinato il premio di produttività in presenza del fondo già deputato ed esistente. Quanto sopra viene richiesto nel rispetto dei lavoratori precari e dal C.C.N.L. e D.lvo. n° 368/2001.

” Aiello F.S.I, chiede che si quantifichino le somme da erogare eventualmente al personale incaricato”

La FIALS auspica che la Direzione dell’Azienda Sanitaria provinciale di Messina assuma una determinazione di legittimità e di tutela dell’Istituzione e dei lavoratori.

A.S.P. Messina Verbale riunione sindacale del 17 Aprile 2013

Firmato La Rocca Domenico – R.S.U. Lo Presti Aldo – R.S.U. Munafò Natale

 

Leave a Reply

7 pensieri riguardo “ASP Messina: Sindacati contrari ad erogare il premio di produttività 2012 al personale assunto a tempo determinato

  • 07/06/2013 in 14:11
    Permalink

    PRECARI NON VI PREOCCUPATE
    L’ASSESSORE NON BUTTERA’ NEL CESSO TALE CATEGORIA , CHE OVVIAMENTE HANNO CREATO LORO STESSI COI PRECEDENTI GOVERNI REGIONALI ,COMPLICI I SINDACATI STESSI !!! CREANDO PRECARIATO CLIENTELARE !! MOLTI NOSTRI COLLEGHI SPERANO E’ , GONGOLANO NELLE DISGRAZIE DI ALTRI COLLEGHI “!!
    MA NON VI PREOCCUPATE NON SUCCEDERA’
    CIAO AI VERI COLLEGHI !!!

  • 07/06/2013 in 13:45
    Permalink

    Vergognatevi avete tolto un pezzo di pane a chi come voi non può averlo tutti i mesi a tavola. Che schifo!!!!!!!

  • 29/05/2013 in 19:23
    Permalink

    FIALS AVETE BEN RAPPRESENTO CON QUESTA NOTA LO STATO DI MALESSERE CHE HA PROVOCATO IN OGNUNO DI NOI PRECARI LEGGENDO IL VERBALE ALLEGATO, AVETE IN TALE SEDE BEN RAPPRESENTATO I PRECARI COME COSI’IN PASSATO CON LA STABILIZZAZIONE ALL’A.S.P. DI MESSINA DI INFERMIERI, TECNICI ED OSTETRICHE. NON MOLLATE E GRAZIE PER L’INFORMAZONE CHE SOLO VOI CORRETTAMENTE CI DATE.

  • 29/05/2013 in 16:16
    Permalink

    Mi viene da vomitare!!! mammamia che delusione ci fanno fare la guerra tra poveri…

  • 29/05/2013 in 08:16
    Permalink

    Invece di chiedere alla Regione un finanziamento ad hoc per la produttività dei precari perché non provano a chiedere al Papa un finanziamento ad hoc nella banca del vaticano? Almeno così aumentano le possibilità che questi cè li danno

  • 28/05/2013 in 23:05
    Permalink

    Vergogna i sindacati non dovete neanche esistere a fare queste cose contro noi precari

  • 28/05/2013 in 21:09
    Permalink

    Non credo ancora a quello che ho letto???? E’ a dire poco vergognoso

Lascia un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *