Ospedale “Cutroni Zodda” . FIALS ricorre al Tribunale per ottenere la cessazione per illegittimità dei trasferimenti del personale verso l’Ospedale di Milazzo

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il sindacato FIALS con una recente nota era già intervenuto per impedire il trasferimento di alcune unità Infermieristiche dal Pronto Soccorso dell’Ospedale “Cutroni Zodda” a quello del “G. Fogliani” di Milazzo.FIALS passa all’attacco in difesa anche della Sala Operatoria..

< E’ stato depositato qualche giorno fa dal legale della FIALS ricorso al Tribunale di Messina per ottenere la cessazione dei trasferimenti del personale Infermieristico della Sala Operatoria del Presidio Ospedaliero “Cutroni Zodda” a quello di Milazzo, l’udienza si terrà il prossimo mese Dicembre > comunica la Segreteria Generale FIALS di Messina.

< Ancora oggi invece – prosegue il sindacato - per quanto riguarda la Sala Operatoria di Barcellona, i vertici dell’ A.S.P. di Messina, continuano ad esitare provvedimenti di trasferimento d’urgenza del personale infermieristico senza tenere conto dei gravi disagi sul personale e le negative ripercussioni sull’attività di Emergenza Urgenza che deve essere garantita al “Cutroni Zodda” di Barcellona. Prosegue il Segretario Generale FIALS – Domenico La Rocca – anche se formalmente il Pronto Soccorso, la Chirurgia e la Sala Operatoria sono state soppresse per decisione politica, si deve tenere conto che fino ad oggi non sono ancora chiusi e sono ancora in attività per cui deve essere garantito necessariamente un numero adeguato di personale”. Ancora una volta, questo sindacato, nonostante esperisca ogni tentativo di confronto con i vertici aziendali, si vede costretto ad intraprendere tutte le azioni consentite dalla legge per la tutela delle prerogative sindacali e dei diritti dei lavoratori a tutela della Sanità Pubblica. Per quanto riguarda invece le criticità esistenti all' Ospedale " G. Fogliani " di Milazzo, che a nostro avviso sono reali e sofferte sia dai lavoratori che dai cittadini, vanno affrontate con urgenza attraverso una migliore ottimizzazione delle risorse umane esistenti o previa assunzione di nuovo personale con contratti di incarichi temporanei. I disagi per l’Ospedale di Milazzo, bisogna ammettere che erano pure prevedibili e che una volta ridimensionato il " Cutroni Zodda " di Barcellona l’utenza si sarebbe riversata prevalentemente sulla Struttura di Milazzo conclude Domenico la Rocca.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *