I.R.C.C.S. Centro Neurolesi Messina: Protestano gli Operatori Socio Sanitari con un SIT-IN

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dott. Vincenzo BaronePROTESTERANNO IL 01 LUGLIO 20014 CON UN SIT-IN GLI OPERATORI SOCIO SANITARI ED IL SINDACATO FIALS MESSINA DAVANTI ALLA DIREZIONE GENERALE DELL’I.R.C.C.S. CENTRO NEUROLESI ” BONINO PULEJIO ” DI MESSINA PER IL MANCATO COMPLETAMENTO DELLA PROCEDURA SELETTIVA – GRADUATORIA DI MERITO – PER L’ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO PER LA COPERTURA DEI POSTI VACANTI……

Con una nota indirizzata all’Assessore Regionale della Sanità, al Direttore Generale  dell’I.R.C.C.S Neurolesi ( foto a sinistra ), Al Prefetto ed al Questore di Messina, il Sindacato Fials denuncia le lamentele e le richieste di intervento da parte dei lavoratori precari in merito all’ inspiegabile blocco della procedura selettiva per l’assunzione a tempo determinato per la copertura di posti vacanti di Operatore Socio Sanitario relativo all’avviso pubblico di selezione indetto da oltre un anno con delibera n° 533 del 06/05/2013.

Le denunce che pervengono al sindacato da parte dei partecipanti a tale selezione evidenziano che l’amministrazione anziché dare seguito alle procedure utili al completamento della graduatoria, continua ad utilizzare una vecchia graduatoria scaturita da un bando pubblico di selezione emesso oltre 5 anni addietro con delibera n° 140 del 26/03/2009 la cui validità era espressamente prevista per un biennio.

A parere dei partecipanti si favorirebbero persone che in molti casi non hanno alcuna esperienza lavorativa a discapito di storici lavoratori precari che hanno legittime aspettative e che vantano una decennale esperienza lavorativa.

Anche questa organizzazione sindacale Fials con precedenti note ( che si allegano ) ed in precedenti incontri sindacali aveva sollecitato la Direzione a completare la procedura selettiva, lamentando che ulteriori ritardi erano ingiustificabili ed in contrasto con le recenti leggi ( legge n° 125 del 30/10/2013 ), mentre l’ultimo bando di selezione indetto nel 2013 è  in sintonia con le norme che prevedono tra l’altro la valorizzazione dell’esperienza acquisita negli anni.

Dai fatti sopra esposti il sindacato Fials chiede un immediato intervento finalizzato all’attivazione ed all’utilizzo della nuova graduatoria, caso contrario questa organizzazione sindacale qualora entro il 20 giugno c.a. non riceverà notizie certe e sicure sull’utilizzo della graduatoria relativa all’ultimo avviso pubblico, organizzerà con tutti i candidati che hanno presentato istanza di selezione, un SIT-IN di protesta che si terrà negli spazi adiacenti gli uffici della Direzione Generale dell’I.R.C.C.S. Neurolesi di Messina – Via Palermo –– Contrada Casazza SS. 113 – in data 01 luglio 2014

Lo stesso SIT-IN sarà eventualmente riproposto alla fine del mese di settembre c.a presso la Piazza Ottavio Ziino sede dell’Assessorato della Sanità.

Leave a Reply

6 pensieri riguardo “I.R.C.C.S. Centro Neurolesi Messina: Protestano gli Operatori Socio Sanitari con un SIT-IN

  • 02/06/2014 in 13:28
    Permalink

    PROTESTIAMO TUTTI !!!! UNIAMOCI E SAREMO UNA FORZA….

  • 31/05/2014 in 12:30
    Permalink

    Ragazzi se entro giugno non faranno la nuova graduatoria il 1° luglio andiamo tutti a messina!!!!!!!!!!

  • 31/05/2014 in 11:53
    Permalink

    Ma la legge esiste, se un bando una volta approvato diventa legge, perché non viene rispettato il termine di scadenza della graduatoria che era di due anni?

  • 31/05/2014 in 11:51
    Permalink

    E’ davvero vergognoso, io parteciperò alla protesta…..

  • 30/05/2014 in 20:44
    Permalink

    A parere dei non partecipanti nel 2010 e stata stilata una graduatoria per titoli e colloquio dove verrebbero favorite persone che in molti casi non hanno alcuna esperienza lavorativa ma sanno parlare bene l’italiano, sanno mettere in pratica tutto quello che concerne il ruolo fondamentale dell’oss, ma soprattutto parte di questi sono stati raccomandati come coloro che accusano quest’ ultimi per non avere maturato esperienze decennali.

    Un grazie doveroso va alla Dott.ssa Borsellino se tutt’oggi la sicilia e l’unica regione che se ne frega altamente di tutti quei oss che lavorano al nord e che fanno parte dell’SSN.

    IO CI METTO LA FACCIA

  • 30/05/2014 in 19:05
    Permalink

    anche la mobilità di rapami e agrigento non si è sentito niente, FIALS aiutaci tu per favore smuovi le acque, qua facciamo la muffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *