Ecco perche’ L’ASP Messina non paga i festivi infrasettimanali (Art.9 CCNL 2001)ai dipendenti

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina – Dipartimento Gestione Risorse Umane, Affari Generali e Contenzioso – UOC Gestione Risorse Umane  – UO  Trattamento economico del personale – fa sapere, ad un dipendente(che la trasmette a questa O.S.)  con nota a firma del Direttore del Dipartimento Gestione Risorse Umane Affari generali Legali e Contenzioso, SIGNOR Agostino Giorgianni, quanto segue:

Oggetto: Richiesta pagamento festività infrasettimanale.

“Si riscontra la richiesta della SV tendente ad ottenere il pagamento di un festivo infrasettimanale ai sensi dell’art 9 CCNL 2001 per significare che, come da allegato parere formulato dal Dipartimento della Funzione Pubblica, il benefìcio previsto dall’art. 9 del CCNL del 20/09/2001 non può trovare applicazione nei confronti del personale dipendente turnista in quanto, qualora nell’arco della distribuzione equilibrata ed avvicendata dei turni, quest’ultimo presti attività lavorativa nel giorno festivo infrasettimanale, già gode della indennità disciplinate dell’art. 44 comma 12 del CCNL del 19/04/2004.

Ciò posto non può darsi luogo ne ad ulteriore remunerazione per l’attività prestata ne a riposo compensativo e pertanto la sua richiesta non può essere accolta.”

Ed eccolo, riprodotto,  il parere del Dipartimento della Funzione Pubblica, a firma del Direttore dell’ Ufficio,  Francesco Verbaro:

Da ciò appare, in prolusione, anomala

1 – La produzione di un parere richiesto alla Funzione Pubblica e non all’ARAN:

2 – La produzione di un parere richiesto dall’ Azienda Ospedaliera Papardo di Messina, che esercita i suoi effetti sull’ ASP messinese

3-  Anomala  ed inquietante (per gli effetti sulle retribuzioni del personale del Comparto che rappresentiamo) l’affermazione di Francesco Verbaro, che testualmente riportiamo: ” Ad avviso dello scrivente quindi nel caso di articolazione del lavoro per turni il CCNL non ha previsto l’alternativa tra riposo compensativo e trattamento economico aggiuntivo”.
Appare quindi priva di oggettiva leggittimazione e carente dell’ effetto che una nota redatta su così importante carta intestata (Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica), e  che in altri contesti geografici, culturali e legali tale nota dovrebbe esercitare.

Restiamo in attesa di conoscere quali Titoli, dei Soggetti firmatari, permettano tale, incredibile e rapida risoluzione, della questione in oggetto, a fronte di Normativa discordante…




Leave a Reply

Lascia un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *